ONDE DI NOTE 2018

La corda e il soffio

Giovedì 12 Luglio ore 21.30

Ingresso gratuito

 

La Rassegna musicale Onde di Note continua ad accompagnare l’estate anconetana con l’itinerario La corda e il soffio. Giovedì 12 Luglio alle ore 21.30, sempre presso la splendida Chiesa di S. Maria di Portonovo, si terrà un concerto d’eccezione per commemorare i 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini (1792-1868). A rendere omaggio al compositore pesarese ci sarà il decimino dell’Orchestra Fiati di Ancona, diretto dal Maestro Mirco Barani. Un concerto ricco che non farà mancare sorprese, come la Suite inedita dal titolo Salty Woods, scritta dal giovane compositore marchigiano Danilo Comitini, proprio per questa formazione.

 

L’Orchestra Fiati di Ancona (OFA) è formata da 50 professionisti provenienti dalla Regione Marche e deriva dalla storica banda musicale Città di Ancona, che, fondata intorno alla metà del 1800, risulta essere tra le più antiche associazioni della città. Dalla stagione lirica 2003 partecipa come banda di palcoscenico nelle produzioni liriche del Teatro delle Muse di Ancona.

Grande successo di critica e pubblico riscuotono il Concerto di Capodanno e quello del 25 aprile, organizzati dal Comune di Ancona presso il Teatro delle Muse, che fanno registrare ogni anno il tutto esaurito.

Dal 2007 in seno all’ OFA e’ nato un ensemble che si occupa dello studio e della divulgazione della musica che va dal ‘900 storico fino ai nostri giorni (Paul Hindemith, Igor Stravinsky, Niccolò Castiglioni, Goffredo Petrassi, Francesco Hoch, Sandro Gorli, Alessandro Solbiati).

Importanti artisti di fama internazionale hanno collaborato con l’orchestra: Luca Violini, Alessandro Fossi,

Matteo Caramaschi, Gabriele Mirabassi, Isabel Russinova.

Molte le prime esecuzioni assolute richieste all’OFA: Brian Richard Earl, compositore inglese, le ha dedicato il brano “Sinfonietta” andato in prima esecuzione assoluta nel 2011 presso il Teatro delle Muse. Nel 2015 è stata la volta di “Trans Europe Express” di Daniele Gasparini, su testo di Raul Montanari con la lettura teatrale di Luca Violini. L’OFA collabora con diverse associazione della Città per la realazzione di importanti eventi: Zona Musica, Coro Universitario CRUA, ADA Marche, UIL Marche, Compagnia Vis Ballet di Eugenia Morosanu e molti altri.

Dal 2000 è diretta dal Maestro Mirco Barani.

Mirco Barani si avvicina allo studio della direzione mentre è studente del “Corso Sperimentale di Teoria della Musica” del M° Carmelo Piccolo presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro. Dopo gli studi di clarinetto, composizione e direzione d’orchestra nei Conservatori di Musica di Pesaro e Parma, si perfeziona presso l’accademia pianistica di Imola e presso l’accademia di musica “Lorenzo Perosi” di Biella diplomandosi con lode e menzione speciale. Contemporaneamente inzia lo studio della direzione d’orchestra presso l’Istituto Musicale Sammarinese con il Maestro Georgi Dimitrov, seguendolo poi, in qualità di assistente, per cinque anni presso il teatro dell’opera di Rousse in Bulgaria.

Negli stessi anni si è perfezionato a Milano con Sandro Gorli, seguendo i corsi annuali di direzione d’orchestra organizzati dal Divertimento Ensemble, per il repertorio che va dal primo Novecento ad oggi. Ha seguito inoltre numerosi corsi di perfezionamento con importanti musicisti del panorama internazionale, solo per citarne alcuni: Arturo Sacchetti, Filippo Maria Bressan, Donato Renzetti, Carlo Maria Giulini.

E’ risultato vincitore di 18 concorsi Nazionali e Internazionali tra cui il primo premio assegnato dalla giuria formata dalle spalle dell’Orchestra Filarmonica di Stato di Plovdiv, premio esteso nell’invito a dirigere un concerto nella stagione concertistica dell’orchestra.

Ha conseguito con il massimo dei voti il diploma di Direzione d’orchestra presso la Regia Accademia Filarmonica di Bologna.

Durante i corsi di perfezionamento orchestrale di Lanciano (CH), ha registrato per la RAI e la Televisione Svizzera.

Dal 1990, giovanissimo, è direttore musicale e artistico della Centenaria Società Concertistica di Serra de’ Conti (AN) con la quale negli anni partecipa e vince il 3° premio al concorso Città di Genova (1995) e il 2° premio al concorso nazionale “Il borro” di Terranuova Bracciolini (AR), organizzato dallo stilista Ferragamo, in quella occasione gli viene conferito anche il premio, una borsa di studio, come miglior direttore del concorso (1999). Negli ultimi anni ha organizzato Masterclass con i maestri Giancarlo Aquilanti (2007), Robert W. Smith (2014), Robert Sheldon (2015), Brian Balmages (2016) e Frank Ticheli (2017).

Nel 1996 fonda, insieme al trombonista Giacomo Ceresani, il “PoliPhonia Ensemble”, gruppo dedito alla musica del Novecento storico e contemporanea (Hindemith, Hoch, Solbiati, Sciarrino, Stranvinsky, De La Motte). Con il “PoliPhonia Ensemble” ha portato in scena in molte città italiane, l'”Histoire du Soldat” di Igor Stravinskij con la regia di Luciana Ruggeri (Milano, Lecce, Ancona ed altre).

Sempre con la Regia di Luciana Ruggeri, nel 2005 ha eseguito Histoire du Soldat di Igor Stravinsky registrando un CD live per la Svana presso il Padiglione d’arte contemporanea di Milano con la Piccola Orchestra Italiana.

Dal 2000 è direttore musicale e artistico dell’Orchestra Fiati di Ancona. Tra le esecuzioni più importante si citano: la Sinfonia in Sib di Paul Hindemith (2007), la prima esecuzione assoluta di “Concerto Grosso” (2010) di Brian Richard Earl – solista Alessandro Fossi, la prima esecuzione assoluta con dedica di “Sinfonietta” (2011) sempre del compositore Brian Richard Earl, la prima esecuzione assoluta con dedica di “Trans Europe Express” per pianoforte voce recitante e orchestra di fiati (2015) di Daniele Gasparini – pianoforte Mariachiara Grilli, voce recitante Luca Violini. Negli anni l’orchestra ha stretto importanti collaborazioni artistiche con il clarinettista Gabriele Mirabassi (2010), il sassofonista Federico Mondelci (2017), l’attrice Isabel Russinova (2012), il pianista Newyorkese Thomas Nickell (2016) ed altri.

Dal 2001 è direttore musicale e artistico del Coro “Francesco Tomassini” di Serra de’ Conti. Con quest’utlimo ha affrontato importanti progetti: una serie di repliche del “Requiem K 626” di Wolfgang Amadeus Mozart nel 250° anniversario dalla nascita (2006), “Missa Prima e Secunda pontificalis” di Lorenzo Perosi (2007), Gloria di Antonio Vivaldi (2011), “Petite messe solennelle” di Gioacchino Rossini (2012), “Festino nella sera del giovedì grasso avanti cena” di Adriano Banchieri (2009) e “Carmina Burana” di Carl Orff (2015), questi ultimi in forma scenica con la Regia di Luciana Ruggeri, inoltre ha registrato tre cd, di cui uno con l’opera di Padre Armano Pierucci dal titolo “La terra dei fioretti” (2013), CD che è in vendita, tra l’altro, anche al “Franciscan bookshop” di Gerusalemme.

Dal 2003 è direttore del Gran Concerto Municipale Città di Porto San Giorgio con cui ha eseguito la Divina Commedia di Robert W. Smith (2005) – voce recitante Luca Violini, ha collaborato con importanti artisti come il sassofonista Massimo Mazzoni, Daniele Di Bonaventura e ha diretto la prima esecuzione assoluta di “Orfeo”, per oboe e orchestra di fiati (2012) di Bert Appermont (oboe solista Francesco Di Rosa). Il brano è stato commissionato all’autore dal Comne di Porto San Giorgio (FM).

Dal 2007 ad oggi è docente di Direzione presso la Libera Accademia di Direzione DAS di Fermo e Direttore Artistico dell’Associazione Amadeus. Nei primi 10 anni della libera Accademia DAS ha collaborato con docenti di chiara fama come Arturo Andreoli, Angelo De Paola, Raffaele Napoii, Fulvio Creux, Luigi Livi, Brian R. Earl, Daniele Gasparini, Lorenzo Pusceddu, Angelo Biancamano, Luciano Feliciani, Filippo Ledda, Stefano Gatta e con importanti compositori di levatura internazionale come Giancarlo Aquilanti, Bert Appermont, Otto M. Schwarz, Jacob De Haan, Jan Van der Roost, Franco Cesarini, Robert W. Smith, Robert Sheldon, Brian Balmages e Frank Ticheli, Jan De Haan.

Dal 2007, il suo progetto per junior band “Tutto d’un…fiato“, rivolto alle classi quarte della scuola primaria, è stato attivato in numerose località delle Marche (Serra de’ Conti, Porto San Giorgio, Fermo e altri, dove ancora oggi sono attive le rispettive junior band).

Nel 2011 si è esibito in un concerto (sold out) presso la Sala Grande Shostakovich della Filarmonica di San Pietroburgo, dirigendo l’Orchestra Sinfonica della Fondazione Pergolesi Spontini, dove, rappresentando l’italia, ha inaugurato con un applauditissimo concerto il Festival Internazionale “Time of Capitals”.

Nel 2012, su invito del Maestro Aquilanti e della Stanford University (California), ha tenuto una serie di apprezzati concerti negli Stati Uniti come direttore ospite insieme all’oboista Francesco Di Rosa.

E’ fondatore, insieme alla violinista Serena Cavalletti, dell’accademia dei Filomusi (2012), gruppo vocale strumentale formato dai migliore giovani professionisti attivi nelle Marche che si occupa di progetti che spaziano dalla musica barocca fino al Novecento storico.

Ha collaborato con importanti istituzioni dirigendo l’Orchestra Regionale di Puglia, l’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro, l’Orchestra Pro-Arte, l’Orchestra da camera della Marche, l’Orchestra Accademici Italiani, la FORM (Orchestra Filarmonica Marchigiana), la Sinfonietta Gigli ed altre.

Ha tenuto masterclass di direzione per Enti e Conservatori di Musica in Italia e all’estero (Conservatorio di Rodi Garganico, Liceo Musicale di Bologna, Master di direzione nelle isole di Corfù e Malta e molti altri).

Promotore e sostenitore della musica contemporanea, ha diretto numerose prime esecuzioni assolute delle quali alcune a lui dedicate (Daniele Gasparini, Brian R. Earl, Giancarlo Aquilanti ed altri).

Nel 2015 è stato premiato con l’Oscar delle eccellenze marchigiane per il settore musica e spettacolo.

Nel maggio 2017 ha tenuto un ciclo di concerti in occasione del 190° anniversario della morte del compositore tedesco Ludwig Van Beethoven. Nel 2018 in occasione del 150° anniversario della morte di Gioacchino Rossini ha diretto una apprezzata Petite Messe solennelle.